Books about the Holocaust

Your Shopping cart is empty.

Skip to Main Content »

Sono sopravvissuto dunque sono Tadeusz Sobolewicz

Sono sopravvissuto dunque sono Tadeusz Sobolewicz

Be the first to review this product

Availability: In stock

$10.77
OR

Quick Overview

Tadeusz Sobolewicz nasce a Poznań il 25 marzo 1923. Fino allo scoppio della guerra frequenta il ginnasio Paderewski di Poznań. Fa parte anche del 16˚ gruppo scout di Poznań, denominato “gen. J. Bem”.

Sono sopravvissuto dunque sono Tadeusz Sobolewicz

Double click on above image to view full picture

Zoom Out
Zoom In

More Views

Details

Tadeusz Sobolewicz nasce a Poznań il 25 marzo 1923. Fino allo scoppio della guerra frequenta il ginnasio Paderewski di Poznań. Fa parte anche del 16˚ gruppo scout di Poznań, denominato “gen. J. Bem”. Durante l’occupazione nazista della Polonia è il portaordini del capo della sezione di Tarnów dell’Unione per la Lotta Armata (ZWZ); passa poi a Częstochowa, dove viene arrestato il primo settembre 1941. Viene detenuto nella prigione di Zawodzie e poi deportato nei campi di Auschwitz, Buchenwald, Lipsia, Mülsen, Flossenbürg e Regensburg. La realtà dei campi, vista con i suoi occhi, è una terribile descrizione della fame, del terrore e delle malattie, delle torture “comuni” e di quelle più ricercate, delle camere a gas, delle fucilazioni e delle esecuzioni. Il libro racconta come ci si muoveva sulla stretta linea al confine tra la vita e la morte, la speranza e la disperazione; è una testimonianza della lotta per la dignità e la sopravvivenza. Nel 1985 il libro di Tadeusz Sobolewicz ha ricevuto il primo premio al XVI concorso nazionale sulle memorie di Auschwitz, organizzato dal Museo Statale di Auschwitz-Birkenau di Oświęcim.

Additional Information

Title Sono sopravvissuto dunque sono Tadeusz Sobolewicz
Author No
Publisher No
ISBN No
Year No
Cover No
Width No
Height No
Additional Informations No

Product Tags

Use spaces to separate tags. Use single quotes (') for phrases.